Il giorno più bello


Al centro della storia, due giovani malati molto anti-convenzionali: l’ambizioso e bizzarro pianista Andi e lo spensierato avventuriero Benno. Non appena scappati dalla clinica, e dopo aver racimolato con destrezza il denaro necessario, Benno e Andi si mettono in viaggio in prima classe verso l’Africa alla ricerca dell’ultimo e più bel giorno delle loro vite. La loro avventura li porterà a vivere situazioni tragi-comiche fra divertenti gag e momenti seri. Il film è un road-movie che, attraverso il tema del viaggio, veicola una riflessione sul senso della vita.

CRITICA DI THE MOST BEAUTIFUL DAY – IL GIORNO PIÙ BELLO:
Scritto, diretto e cointerpretato da Florian David Fitz, star tedesca, The Most Beautiful Day appartiene al sottogenere della commedia amara con malati terminali, sulla scia di Non è mai troppo tardi con Jack Nicholson e Morgan Freeman. La confezione è curata, l’alchimia tra Fitz e il cointerprete Matthias Schweighofer c’è, la sincerità pure, ma i tentativi di svecchiamento della formula, comprese gag scorrette e a volte intelligenti, soccombono alla ricerca di una morale risaputa. Anche a costo di ripiegare su qualche passaggio logico piuttosto forzato e rigido, che rimette sui binari della convenzione due personaggi che la stanno sfidando. (Domenico Misciagna)

https://www.comingsoon.it/film/the-most-beautiful-day-il-giorno-piu-bello/53719/scheda/

 

Autore: Copyrights©Intrattenimento https://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/

Blog: Intrattenimento https://luciaru63.wordpress.com Fb:https://www.facebook.com/LuciaRusso63 https://www.facebook.com/intrattenimentoOnline/