I peccati sociali secondo Gandhi


I peccati sociali secondo Gandhi

I peccati sociali di Gandhi sono stati che si ritiene rechino gravi danni alla società. Questo vero e proprio leader spirituale e politico è un forte sostenitore della morale come forza superiore. In virtù di questo, riportiamo i fattori che secondo lui minano la morale sociale.

Le forze morali sono un insieme di valori. Questi rapporti le virtù religiose, civiche, familiari, ecc. Insieme con un’etica, la quale diventa il motore principale della cultura. Un esempio in tal senso, è proprio Gandhi.

“La forza non viene dal vigore fisico. Viene da una volontà indomabile. ”

-Gandhi-

I peccati sociali, a loro volta, si avanzati ad atteggiamenti che si contrappongono all’etica . Costituiscono una situazione che debilita la società. Quando i valori non sono forti, la risposta è debole nei momenti di crisi o difficoltà. Ecco di seguito i peccati sociali su cui Gandhi ci aveva messo in guardia.

I peccati sociali secondo Gandhi
1. Politica senza principi
Quando parliamo di politica , ci sono subito in mente i politici . Criticarli e accusarli di corruzione è ormai una pratica diffusissima. E lo è, allo stesso modo, usare questo pretesto per astenersi dalla politica.

I peccati sociali secondo Ghandi

Annunci

Autore: Intrattenimento

Uno spazio dedicato all'intrattenimento, allo scambio, alla salute e al benessere, per riflettere sul valore del tempo, nel vivere nuovi progetti, tecnologie, innovazioni e riflessioni di argomenti di attualità. luciaru63.wordpress.com